domenica 16 luglio 2017

Las Navas de Tolosa : il trionfo della Santa Croce

Il 16 luglio 1212 a Las Navas de Tolosa l’esercito crociato, munito della benedizione e delle indulgenze di Innocenzo III, sotto il comando di Alfonso VIII di Castiglia, Pietro II di Aragona e Sancho VII di Navarra, trionfa dell’armata del Califfo Muhammad al-Nasir. Per commemorare questo trionfo della Croce sulla Mezzaluna fu istituita per le Diocesi di Spagna la Festa del Trionfo della Santa Croce che all'inizio si celebrò il 16 luglio. In seguito per dar maggior risalto alla Commemorazione della beata Vergine Maria del Monte Carmelo fu traslata prima al 17 e infine al 21 luglio.  

Immagine correlata

INTROITUS

Matth. 25, 34. - Venite benedicti Patris mei, possidete paratum vobis regnum a constitutione mundi. Alleluia, alleluia   ~~  Ps. 97, 1. - Cantate Domino canticum novum, quia mirabilia fecit.  ~~  Glória  ~~  Venite benedicti Patris mei, possidete paratum vobis regnum a constitutione mundi. Alleluia, alleluia


Matth. 25, 34. - Venite, benedetti del Padre mio, ricevete in eredità il regno preparato per voi fin dalla fondazione del mondo. Alleluia, alleluia  ~~  Ps. 97, 1. - Cantate al Signore un canto nuovo: Egli ha fatto meraviglie  ~~  Gloria  ~~  Venite, benedetti del Padre mio, ricevete in eredità il regno preparato per voi fin dalla fondazione del mondo. Alleluia, alleluia



Gloria



ORATIO

Oremus

Deus, qui per Crucem tuam populo in te credenti trimphum contra inimicos concedere voluisti: quæsumus ut tua pietate adorantibus Crucem victoriam semper tribus et honorem: Qui vivis et regnas cum Deo Patre in unitate Spiritus Sancti Deus, per omnia saecula saeculorum. Amen.


Preghiamo

O Dio, che per mezzo della tua Croce, hai concesso al popolo in te credente di trionfare dei nemici: ti preghiamo di concedere sempre, pietoso, vittoria ed onore a coloro che ti adorano: Tu che sei Dio, e vivi e regni con Dio Padre, in unità con lo Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli. Amen.


LECTIO

Lectio Epistolæ beati Pauli Apostoli ad Galatas

Gal 6, 14-18

Fratres: Mihi autem absit gloriari, nisi in cruce Domini nostri Iesu Christi: per quem mihi mundus crucifixus est, et ego mundo. In Christo enim Jesu neque circumcisio aliquid valet, neque præputium, sed nova creatura. Et quicumque hanc regulam secuti fuerint, pax super illos, et misericordia, et super Israël Dei. De cetero, nemo mihi molestus sit : ego enim stigmata Domini Iesu in corpore meo porto. Gratia Domini nostri Iesu Christi cum spiritu vestro, fratres. Amen


Fratelli, quanto a me invece non ci sia altro vanto che nella croce del Signore nostro Gesù Cristo, per mezzo della quale il mondo per me è stato crocifisso, come io per il mondo. In Gesù Cristo non è infatti la circoncisione che conta, né la non circoncisione, ma l'essere nuova creatura. E su quanti seguiranno questa norma sia pace e misericordia, come su tutto l'Israele di Dio. D'ora innanzi nessuno mi procuri fastidi: difatti io porto le stigmate di Gesù nel mio corpo. La grazia del Signore nostro Gesù Cristo sia con il vostro spirito, fratelli. Amen.


GRADUALE

Ps 117,24 et 16

Hæc est dies quam fecit Dominus; exsultemus, et lætemur in ea.

V. Dextera Domini fecit virtutem; dextera Domini exaltavit me: dextera Domini fecit virtutem.


Questo è il giorno fatto dal Signore: rallegriamoci ed esultiamo in esso.

V. La destra del Signore ha fatto meraviglie, la destra del Signore mi ha innalzato, la destra del Signore ha fatto meraviglie.


ALLELUIA

Alleluia, alleluia

O quam gloriosum est regnum, in quo cum Christo regnantes omnes sancti, amicti stolis albis, sequuntur Agnum quoqumque ierit! Alleluia


Alleluia, alleluia

O quanto è glorioso il regno in cui tutti i Santi che regnano con Cristo, rivestiti di bianche vesti, seguono l’Agnello dovunque Egli vada! Alleluia


EVANGELIUM

Sequentia  sancti Evangelii secundum Lucam

Luc 21, 1-9

In illo tempore: Dixit Iesus discipilis suis: Cum autem audieritis prælia et seditiones, nolite terreri : oportet primum hæc fieri, sed nondum statim finis.  Tunc dicebat illis : Surget gens contra gentem, et regnum adversus regnum.  Et terræmotus magni erunt per loca, et pestilentiæ, et fames, terroresque de cælo, et signa magna erunt. Sed ante hæc omnia injicient vobis manus suas, et persequentur tradentes in synagogas et custodias, trahentes ad reges et præsides propter nomen meum : continget autem vobis in testimonium. Ponite ergo in cordibus vestris non præmeditari quemadmodum respondeatis : ego enim dabo vobis os et sapientiam, cui non poterunt resistere et contradicere omnes adversarii vestri. Trademini autem a parentibus, et fratribus, et cognatis, et amicis, et morte afficient ex vobis : et eritis odio omnibus propter nomen meum : et capillus de capite vestro non peribit.  In patientia vestra possidebitis animas vestras.


In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Quando sentirete parlare di guerre e di rivoluzioni, non vi terrorizzate. Devono infatti accadere prima queste cose, ma non sarà subito la fine». Poi disse loro: «Si solleverà popolo contro popolo e regno contro regno, e vi saranno di luogo in luogo terremoti, carestie e pestilenze; vi saranno anche fatti terrificanti e segni grandi dal cielo. Ma prima di tutto questo metteranno le mani su di voi e vi perseguiteranno, consegnandovi alle sinagoghe e alle prigioni, trascinandovi davanti a re e a governatori, a causa del mio nome. Questo vi darà occasione di render testimonianza. Mettetevi bene in mente di non preparare prima la vostra difesa; io vi darò lingua e sapienza, a cui tutti i vostri avversari non potranno resistere, né controbattere. Sarete traditi perfino dai genitori, dai fratelli, dai parenti e dagli amici, e metteranno a morte alcuni di voi; sarete odiati da tutti per causa del mio nome. Ma nemmeno un capello del vostro capo perirà. Con la vostra perseveranza salverete le vostre anime».



Credo



OFFERTORIUM

Ps 117, 16-17

Dextera Domini fecit virtutem; dextera Domini exaltavit me: dextera Domini fecit virtutem. Non moriar, sed vivam, et narrabo opera Domini.


La destra del Signore ha fatto meraviglie, la destra del Signore mi ha innalzato, la destra del Signore ha fatto meraviglie. Non morirò, resterò in vita e annunzierò le opere del Signore.


SECRETA

Sacrificium, Domine, quod tibi immolamus, placatus intende: ut ab omni nos eruat bellorum nequitia; et per vexillum sanctæ Crucis Filii tui, ad conterendas adversariorum insidias nos in tuæ protectionis securitate constituat. Per eundem Dominum nostrum Iesum Christum, Filium tuum: qui tecum vivit et regnat in unitate Spiritus Sancti Deus, per omnia saecula saeculorum. Amen.


Riguarda, o Signore, al sacrificio che ti immoliamo: liberaci dalla nequizia delle guerre e per mezzo delle vessillo della Santa Croce del tuo Figlio rendici capaci di distruggere le insidie dei nemici, sicuri della tua protezione. Per il medesimo nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio, e vive e regna con te, in unità con lo Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli. Amen


COMMUNIO

Tob 12, 6

Benedicite Deum cæli, et coram omnibus viventibus confitemini ei, quia fecit vobiscum misericordiam suam.


Benedite il Dio del cielo e proclamate davanti a tutti i viventi il bene che vi ha fatto


POSTCOMMUNIO

Oremus

Exaudi nos, Deus salutaris noster: et per triumphum sanctæ Crucis a cunctis nos defende periculis. Per Dominum nostrum Iesum Christum, Filium tuum: qui tecum vivit et regnat in unitate Spiritus Sancti Deus, per omnia saecula saeculorum. Amen.


Preghiamo

Esaudisci, Dio salvezza nostra, e difendici da ogni pericolo per il trionfo della Santa Croce. Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio, e vive e regna con te, in unità con lo Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli. Amen.



Nessun commento:

Posta un commento

Supplica a Nostra Signora di Loreto

"È provato da testimoni degni di fede che la Santa Vergine, dopo aver trasportato per l’onnipotenza divina, la sua immagine e la prop...