giovedì 17 agosto 2017

Ottava di san Lorenzo Martire

Antiqua fanorum parens, 
iam Roma Christo dedita, 
Laurentio uictrix duce 
ritum triumfas barbarum. 

Reges superbos uiceras 
populosque frenis presseras, 
nunc monstruosis idolis 
inponis imperii iugum. 

Haec sola derat gloria 
urbis togatae insignibus, 
feritate capta gentium
domaret ut spurcum Iouem,

non turbulentis uiribus 
Cossi, Camilli aut Caesaris, 
sed martyris Laurentii 
non incruento proelio.

Roma, antica madre dei templi pagani, ormai devota a Cristo, vittoriosa sotto il comando di Lorenzo, riporti il trionfo sui riti barbari. Avevi vinto i re superbi, avevi imbrigliato i popoli, ora imponi il giogo del comando agl’idoli mostruosi. Questa sola gloria mancava alle insegne della città togata: la gloria di domare l’immondo Giove, non con le forze tumultuose di un Cosso, di un Camillo, o di un Cesare, ma con la battaglia non incruenta del martire Lorenzo.

(Aurelio Prudenzio, Peristephanon Liber, Hymn. II, 1-16)





INTROITUS
Ps 16:3- Probásti, Dómine, cor meum, et visitásti nocte: igne me examinásti, et non est invénta in me iníquitas.  ~~   Ps 16:1- Exáudi, Dómine, justítiam meam: inténde deprecatiónem meam.  ~~   Glória  ~~   Probásti, Dómine, cor meum, et visitásti nocte: igne me examinásti, et non est invénta in me iníquitas.

Ps 16:3- Hai provato il mio cuore, e lo hai visitato la notte. Mi hai esaminato col fuoco e non si è trovato in me iniquità.  ~~   Ps 16:1- Ascolta, o Signore, la mia giusta causa, sii attento alla mia supplica.  ~~   Gloria  ~~   Hai provato il mio cuore, e lo hai visitato la notte. Mi hai esaminato col fuoco e non si è trovato in me iniquità.


Gloria


ORATIO
Orémus.
Excita, Dómine, in Ecclésia tua Spíritum, cui beátus Laurentius Levita servívit: ut, eódem nos repleti, studeamus amare quod amavit, et ópere exercere quod docuit. Per Dominum nostrum Jesum Christum, Filium tuum: qui tecum vivit et regnat in unitate Spiritus Sancti Deus, per omnia sæcula sæculorum. Amen.

Preghiamo.
Suscita, o Signore, nella tua Chiesa lo Spirito a cui il beato Levita Lorenzo servì, affinché noi ripieni del medesimo ci impegniamo ad amare ciò che egli amò ed ad operare quel che egli insegnò. Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio, e vive e regna con te, in unità con lo Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli. Amen.

LECTIO
Léctio Epístolæ beáti Pauli Apóstoli ad Corínthios
2 Cor 9:6-10
Fratres: Qui parce seminat, parce et metet: et qui seminat in benedictiónibus, de benedictiónibus et metet. Unusquisque prout destinavit in corde suo, non ex tristitia aut ex necessitate: hilarem enim datórem díligit Deus. Potens est autem Deus omnem grátiam abundare fácere in vobis, ut, in ómnibus semper omnem sufficientiam habéntes, abundétis in omne opus bonum, sicut scriptum est: Dispersit, dedit paupéribus: justítia ejus manet in saeculum saeculi. Qui autem administrat semen seminanti: et panem ad manducandum praestabit, et multiplicábit semen vestrum, et augébit incrementa frugum justítiæ vestræ.

Fratelli, chi semina poco, mieterà poco e chi semina molto, mieterà molto. Ciascuno offra secondo quanto ha determinato in cuor suo, non di mala voglia né per forza, perché Dio ama colui che dona con gioia. Or Dio è capace di ricolmarvi d'ogni bene in modo che abbiate in ogni cosa sempre il sufficiente, ed insieme abbondiate in ogni sorta di opere buone, conforme sta scritto: «Il giusto profonde e dà ai poveri, il frutto della sua carità è eterno». E quel Dio che dà il seme al seminatore, darà anche il pane da mangiare. Egli moltiplicherà la vostra semenza e farà crescere i frutti della vostra giustizia.

GRADUALE
Ps 8:6-7
Glória et honóre coronásti eum, Dómine.
V. Et constituísti eum super ópera mánuum tuárum.

Lo hai coronato di gloria e di onore.
V. E lo hai costituito sopra le opere delle tue mani.

ALLELUIA
Alleluja, alleluja.
Levíta Lauréntius bonum opus operátus est: qui per signum crucis coecos illuminávit.  Alleluja.

Alleluia, alleluia.
Lorenzo il Levita fece un'opera buona, perché col segno della croce diede la vista ai ciechi.  Alleluia.

EVANGELIUM
Sequéntia    sancti Evangélii secúndum Joánnem.
Joann 12:24-26
In illo témpore: Dixit Jesus discípulis suis: Amen, amen, dico vobis, nisi granum fruménti cadens in terram, mórtuum fúerit, ipsum solum manet: si autem mórtuum fúerit, multum fructum affert. Qui amat ánimam suam, perdet eam: et qui odit ánimam suam in hoc mundo, in vitam ætérnam custódit eam. Si quis mihi mínistrat, me sequátur: et ubi sum ego, illic et miníster meus erit. Si quis mihi ministráverit, honorificábit eum Pater meus.

In quel tempo Gesù disse ai suoi discepoli: «In verità, in verità vi dico: se il chicco di frumento gettato in terra non muore, rimane infecondo; se invece muore, produce molto frutto. Chi ama la sua vita la perde e chi odia la sua vita in questo mondo, la salverà per la vita eterna. Se uno mi vuol servire mi segua; e dove sono io, ci sarà pure il mio servo. Se uno mi serve l'onorerà il Padre mio».


Credo


OFFERTORIUM
Ps 20:2-3
In virtúte tua, Dómine, lætábitur justus, et super salutáre tuum exsultábit veheménter: desidérium ánimæ ejus tribuísti ei.

O Signore, il giusto si allieta della tua potenza, e del tuo soccorso quanto esulta! Tu hai saziato il desiderio del suo cuore.

SECRETA
Sacrifícium nostrum tibi, Dómine, quǽsumus, beáti Lauréntii precátio sancta concíliet: ut, cujus honóre sollémniter exhíbetur, ejus méritis efficiátur accéptum. Per Dominum nostrum Jesum Christum, Filium tuum: qui tecum vivit et regnat in unitate Spiritus Sancti Deus, per omnia sæcula sæculorum. Amen.

La santa preghiera del beato Lorenzo, ti preghiamo, o Signore, ti renda gradito il nostro sacrificio, affinché esso, in cui onore è solennemente presentato, per i meriti di lui ti diventi accetto. Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio, e vive e regna con te, in unità con lo Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli. Amen.

COMMUNIO
Matt 16:24
Qui vult veníre post me, ábneget semetípsum, et tollat crucem suam, et sequátur me.

Se qualcuno vuol venire dietro a me, rinunzi a se stesso, prenda la sua croce e mi segua.

POSTCOMMUNIO
Oremus
Súpplices te rogámus, omnípotens Deus: ut, quos donis coeléstibus satiásti, intercedénte beáto Lauréntio Mártyre tuo, perpétua protectióne custódias. Per Dominum nostrum Jesum Christum, Filium tuum: qui tecum vivit et regnat in unitate Spiritus Sancti Deus, per omnia sæcula sæculorum. Amen.

Preghiamo.
Supplici ti preghiamo, o Dio onnipotente, affinché, per l'intercessione del beato Lorenzo tuo Martire, Tu custodisca con una perpetua protezione coloro che hai saziato con i doni celesti. Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio, e vive e regna con te, in unità con lo Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli. Amen.


Nessun commento:

Posta un commento

MISSA VOTIVA AD POSTULANDAM GRATIAM BENE MORIENDI

La messa  ad postulandam gratiam bene moriendi  vuole implorare la grazia di una santa morte e inculca al cristiano la necessità di prepara...