giovedì 12 ottobre 2017

Nuestra Señora del Pilar, Patrona de la Hispanidad

Il Pilarche si conserva nella omonima chiesa di Saragozza, è quella colonnina di alabastro che la Vergine Santissima, ancora  vivente in Efeso (o a Gerusalemme), consegnò all'Apostolo san Giacomo che evangelizzava le Spagna, apparendogli "en su carne mortal" presso Saragozza, il 2 gennaio dell'anno 40. Poiché nel giorno della festa della  Virgen del Pilar, 12 ottobre 1492, Cristoforo Colombo, agli ordini dei Re Cattolici delle Spagne, scopriva il Nuovo Mondo, aprendo la porta della Fede a una moltitudine di pagani, Pio XII stabilì la medesima  Nuestra Señora  del Pilar, già Patrona del Regno di Aragona, Patrona della Hispanidad
Tra i miracoli  della Madonna Santissima  della Colonna, ricordiamo la restituzione della gamba destra (amputata e sepolta tre anni prima) a Miguel Juan Pellicer il 29 marzo 1640. Vedi Radio Spada, Quando la Madonna del Pilar restituì la gamba a Miguel Juan Pellicer.






INTROITUS

Exod. 13,22.Columnam ducem habemus quæ numquam defuit per diem neque per noctem coram populo.  ~~   Ps 98,6-7.- Invocabunt Dominum, et ipse exaudiebat eos: in columna nubis loquebatur ad eos.  ~~   Gloria  ~~   Columnam ducem habemus quæ numquam defuit per diem neque per noctem coram populo.


Exod. 13,22.- Abbiamo come scorta la colonna che non venne mai meno dinnanzi al popolo né il giorno né la notte  ~~   Ps 98,6-7.- Invocavano il Signore ed egli rispondeva: parlava loro da una colonna di nubi.  ~~   Gloria  ~~   Abbiamo come scorta la colonna che non venne mai meno dinnanzi al popolo né il giorno né la notte



Gloria



ORATIO

Omnipotens sempiterne Deus, qui per gloriosissimam Filii tui Matrem cœleste præsidium nobis mirabiliter præparasti: concede propitius, ut quam peculiari titulo de Columna pia devotione veneramur, eius perpetuo protegamur auxilio. Per eundem Dominum nostrum Jesum Christum Filium tuum: Qui tecum vivit et regnat in unitate Spiritus Sancti Deus, per omnia sæcula sæculorum. Amen.


Onnipotente e sempiterno Iddio, che in modo mirabile ci ha dato un aiuto celeste per mezzo della gloriosissima Madre del tuo Figlio: concedi, propizio, a noi che la veneriamo piamente sotto il titolo della Colonna, di essere protetti dal suo perpetuo ausilio. Per il medesimo nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio, e vive e regna con te, in unità con lo Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli. Amen.


LECTIO

Lectio libri Sapientiæ

Eccli. 24, 5-13

Ego ex ore Altissimi prodivi, primogenita ante omnem creaturam.Ego feci in cælis ut oriretur lumen indeficiens, et sicut nebula texi omnem terram. Ego in altissimis habitavi,et thronus meus in columna nubis. Gyrum cæli circuivi sola, et profundum abyssi penetravi : in fluctibus maris ambulavi. Et in omni terra steti: et in omni populo, et in omni gente primatum habui: et omnium excellentium et humilium corda virtute calcavi. Et in his omnibus requiem quæsivi, et in hæreditate Domini morabor. Tunc præcepit, et dixit mihi Creator omnium: et qui creavit me, requievit in tabernaculo meo. Et dixit mihi: In Jacob inhabita, et in Israël hæreditare, et in electis meis mitte radices.


Io sono uscita dalla bocca dell'Altissimo, avanti a tutte le creature.  Io ho fatto sorgere nel cielo una luce indefettibile e come nebbia ho coperto tutta la terra. Ho posto la mia tenda nei cieli altissimi: il mio trono è sopra una colonna di nubi Io sola ho percorso la volta del cielo, sono penetrata nelle profondità dell'abisso, ho camminato sui flutti del mare. Su tutta la terra posai il mio piede: di ogni popolo e gente ebbi l’impero. Ho soggiogato, con la mia forza, il cuore dei potenti e degli umili; e fra tutti questi ho cercato riposo, e mi fermerò nell’eredità del Signore. Allora il Creatore dell'universo mi diede un ordine, il mio Creatore mi fece riposare nella mia tenda, e mi disse: Abita in Giacobbe, prendi in eredità Israele e metti le tue radici fra i miei eletti


GRADUALE

Ps 26,6

In petra exaltavit me: et nunc exaltavit caput meum super inimicos meos

Ps 39, 3

Statuit super petram pedes meos: et direxit gressus meus.


Mi ha sollevato sulla rupe e ora ha innalzato la mia testa sui nemici che mi circondano

V. I miei piedi ha stabilito sulla roccia, ha reso sicuri i miei passi.


ALLELUIA

Alleluia, alleluia

En ego stabo ibi coram te super petram. Alleluia.


Alleluia, alleluia

Ecco, io starò dinnanzi a te sulla pietra. Alleluia.


EVANGELIUM

Sequentia    Sancti Evangelii secundum Lucam

Luc 11, 27-28

In illo témpore: Loquente Jesu ad turbas, extollens vocem quædam mulier de turba, dixit illi: Beatus venter, qui te portavit, et ubera, quæ suxisti. At ille dixit: Quinimmo beati, qui audiunt verbum Dei, et custodiunt illud.


In quel tempo, mentre Gesù parlava alle folle, una donna alzò la voce di mezzo alla folla e disse: «Beato il ventre che ti ha portato e il seno da cui hai preso il latte!». Ma egli disse: «Beati piuttosto coloro che ascoltano la parola di Dio e la osservano!».



Credo



OFFERTORIUM

Eccli 45, 14

Corona aurea super caput eius, expressa signo sanctitatis et gloria honoris: opus virtutis, et desideria oculorum.


Sopra il capo gli pose una corona d'oro con incisa l'iscrizione sacra, insegna d'onore, lavoro stupendo, ornamento delizioso per gli occhi.


SECRETA

Deus, qui protegente Genitrice Filii tui, fidei lumen nobis splendescere fecisti; præsta, quæsumus: eius meritis et præcibus, in eadem fide stabiles inveniamur, et in caritate ferventes. Per eundem Dominum nostrum Jesum Christum Filium tuum: Qui tecum vivit et regnat in unitate Spiritus Sancti Deus, per omnia sæcula sæculorum. Amen.


O Dio, che mercé la protezione della Madre del tuo Figlio facesti splendere in noi il lume della fede: fa’ che per le sue preghiere ed i suoi meriti siamo trovati stabili nella medesima fede e ferventi nella carità. Per il medesimo nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio, e vive e regna con te, in unità con lo Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli. Amen.


COMMUNIO

Is 22, 16

Excidisti in excelso memoriale diligenter, in petra tabernaculum tibi.


Hai diligentemente intagliato un monumento in un luogo elevato ed un tabernacolo nella pietra.


POSTCOMMUNIO

Cœlestibus pasti deliciis, te supplices deprecamur, Domine Deus noster; ut beatissimæ Genitricis Filii tui titulo de Columna solemnitatem celebrantes, ipsa intercedente, ad gaudia æterna feliciter pervenire valeamus. Per eundem Dominum nostrum Jesum Christum Filium tuum: Qui tecum vivit et regnat in unitate Spiritus Sancti Deus, per omnia sæcula sæculorum. Amen.


Nutriti di queste celesti delizie, supplichevoli ti preghiamo, Signore Iddio nostro, affinché, celebrando la solennità della beatissima Madre del tuo Figlio sotto il titolo della Colonna, per sua intercessione possiamo felicemente giungere ai gaudii eterni. Per il medesimo nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio, e vive e regna con te, in unità con lo Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli. Amen.




Nessun commento:

Posta un commento

Supplica a Nostra Signora di Loreto

"È provato da testimoni degni di fede che la Santa Vergine, dopo aver trasportato per l’onnipotenza divina, la sua immagine e la prop...