giovedì 14 giugno 2018

Cuore Eucaristico di Gesù

Il giovedì dopo l’ottava del Corpus Domini si celebra la festa del Cuore Eucaristico di Gesù (o Sacro Cuore di Gesù Eucaristico). Insegnava Pio XII nella sua immortale Enciclica “Haurietis aquas” del 15 maggio 1956 sul Divin Cuore: «Si può a buon diritto affermare che la divina Eucaristia, sia come Sacramento che come Sacrificio, di cui Egli stesso è dispensatore e immolatore mediante i suoi Ministri “da dove sorge il sole fin dove tramonta” (Mal. I, 11), come pure il Sacerdozio, sono doni palesi del Cuore Sacratissimo di Gesù». E di ciò abbiamo pure la scientifica testimonianza nell’ostia mutata in carne del miracolo eucaristico di Lanciano (730-750 ca.): sottoposte infatti ad esame medico le reliquie son risultate essere carne «appartenente al miocardio» (Odoardo Linoli, Ricerche istologiche, immunologiche e biochimiche sulla carne e sul sangue del Miracolo Eucaristico di Lanciano, in Quaderni Sclavo di Diagnostica, 7, n° 3, Siena, Grafiche Meini, 1971, p. 670).



INTROITUS

Ioann. 13,1.- Sciens Iesus, quia venit hora eius, ut transeat ex hoc mundo ad Patrem: cum dilexisset suos, qui erant in mundo, in finem dilexit eos. Alleluia, alleluia.  ~~  Ps 97, 1.- Cantate Domino canticum novum: quia mirabilia fecit.  ~~  Gloria  ~~  Sciens Iesus, quia venit hora eius, ut transeat ex hoc mundo ad Patrem: cum dilexisset suos, qui erant in mundo, in finem dilexit eos. Alleluia, alleluia.


Ioann. 13,1.- Gesù, sapendo che era giunta la sua ora di passare da questo mondo al Padre, dopo aver amato i suoi che erano nel mondo, li amò sino alla fine.. Alleluia, alleluia.  ~~  Ps 97, 1.- Cantate al Signore un cantico nuovo perché ha compiuto meraviglie.  ~~  Gloria  ~~  Gesù, sapendo che era giunta la sua ora di passare da questo mondo al Padre, dopo aver amato i suoi che erano nel mondo, li amò sino alla fine.. Alleluia, alleluia.



Gloria



ORATIO

Oremus

Domine Iesu Christe, qui divitias amoris tui erga homines effundens, Eucharistiæ Sacramentum condidisti: da nobis, quæsumus; ut amantissimum Cor tuum diligere, et tanto Sacramento digne semper uti valeamus: Qui vivis et regnas cum Deo Patre in unitate Spiritus Sancti Deus, per omnia sæcula sæculorum. Amen.


Preghiamo

Signore Gesù Cristo, che effondendo le ricchezze del tuo amore verso gli uomini, creasti il Sacramento dell’Eucaristia, ti preghiamo di amare il tuo amantissimo Cuore e di usufruire sempre degnamente di cotanto Sacramento: Tu che sei Dio e vivi e regni con Dio Padre nell’unità dello Spirito Santo per tutti i secoli dei secoli. Amen


LECTIO

Lectio Epistolæ beati Paoli Apostoli ad Ephesios

Ephes. 3, 8-19

Fratres: Mihi, omnium sanctorum minimo, data est gratia hæc, in gentibus evangelizare investigabiles divitias Christi, et illuminare omnes, quæ sit dispensatio sacramenti absconditi a sæculis in Deo, qui omnia creavit; ut innotescat principatibus et potestatibus in cœlestibus per Ecclesiam multiformis sapientia Dei, secundum præfinitionem sæculorum, quam fecit in Christo Iesu Domino nostro: in quo habemus fiduciam, et accessum in confidentia per fidem eius. Propter quod peto, ne deficiatis in tribulationibus meis pro vobis: quæ est gloria vestra. Huius rei gratia flecto genua mea ad Patrem Domini nostri Iesu Christi, ex quo omnis paternitas in cœlis et in terra nominatur, ut det vobis, secundum divitias gloriæ suæ, virtute corroborari per Spiritum eiusin interiorem hominem, Christum habitare per fidem in cordibus vestris: in caritate radicati et fundati, ut possitis comprehendere cum omnibus sanctis, quæ sit latitudo et longitudo et sublimitas et profundum: scire etiam supereminentem scientiæ caritatem Christi, ut impleamini in omnibus plenitudinem Dei.


Fratelli, a me, che sono l'infimo fra tutti i santi, è stata concessa questa grazia di annunziare ai Gentili le imperscrutabili ricchezze di Cristo, e di far risplendere agli occhi di tutti qual è l'adempimento del mistero nascosto da secoli nella mente di Dio, creatore dell'universo, perché sia manifestata ora nel cielo, per mezzo della Chiesa, ai Principati e alle Potestà la multiforme sapienza di Dio, secondo il disegno eterno che ha attuato in Cristo Gesù nostro Signore, il quale ci dà il coraggio di avvicinarci in piena fiducia a Dio per la fede in lui. Vi prego quindi di non perdervi d'animo per le mie tribolazioni per voi; sono gloria vostra. Per questo, dico, io piego le ginocchia davanti al Padre, dal quale ogni paternità nei cieli e sulla terra prende nome, perché vi conceda, secondo la ricchezza della sua gloria, di essere potentemente rafforzati dal suo Spirito nell'uomo interiore. Che il Cristo abiti per la fede nei vostri cuori e così, radicati e fondati nella carità, siate in grado di comprendere con tutti i santi quale sia l'ampiezza, la lunghezza, l'altezza e la profondità, e conoscere l'amore di Cristo che sorpassa ogni conoscenza, perché siate ricolmi di tutta la pienezza di Dio.


GRADUALE

Is 12,6

Exulta et lauda, habitatio Sion, quia magnus in medio tui Sanctus Israel.

Ibid, 4

Notas facite in populis adinventiones eius.


Gridate giulivi ed esultate, abitanti di Sion, perché grande in mezzo a voi è il Santo di Israele

V. Manifestate tra i popoli le sue meraviglie.


ALLELUIA

Alleluia, alleluia

Zach 9,17

Quid bonum eius est et quid pulchrum eius, nisi frumentum electorum et vinum germinans virgines? Alleluia.


Alleluia, alleluia

Qual è il suo bene  e la sua bellezza se non il grano degli eletti ed il vino che germina le vergini? Alleluia.


EVANGELIUM

Sequentia   sancti Evangelii secundum Lucam

Luc 22, 15-20

In illo tempore: Dixit Iesus discipulis suis: Desiderio desideravi hoc pascha manducare vobiscum, antequam patiar. Dico enim vobis, quia ex hoc non manducabo illud, donec impleatur in regno Dei. Et accepto calice, gratias egit et dixit: Accipite et dividite inter vos. Dico enim vobis, quia non bibam de generatione vitis, donec regnum Dei veniat. Et accepto pane, gratias egit, et fregit, et dedit eis, dicens: Hoc est coprus meum, quod pro vobis datur: hoc facite in meam commemorationem. Similiter et calicem, postquam cœnavit, dicens: Hic est calix novum testamentum in sanguine meo, qui pro vobis fundetur.


In quel tempo disse Gesù ai suoi discepoli: «Ho desiderato ardentemente di mangiare questa Pasqua con voi, prima della mia passione, poiché vi dico: non la mangerò più, finché essa non si compia nel regno di Dio». E preso un calice, rese grazie e disse: «Prendetelo e distribuitelo tra voi, poiché vi dico: da questo momento non berrò più del frutto della vite, finché non venga il regno di Dio». Poi, preso un pane, rese grazie, lo spezzò e lo diede loro dicendo: «Questo è il mio corpo che è dato per voi; fate questo in memoria di me». Allo stesso modo dopo aver cenato, prese il calice dicendo: «Questo calice è la nuova alleanza nel mio sangue, che viene versato per voi».



Credo



OFFERTORIUM

Ps 30, 20

Quam magna multitudo dulcedinis tuæ, Domine, quam abscondisti timentibus te! Alleluia


Quanto è grande la tua bontà, Signore! La riservi per coloro che ti temono! Alleluia


SECRETA

Tuere nos, Domine, tua tibi holocausta offerentes: ad quæ ut ferventius corda nostra præparentur, flammis adure tuæ divinæ caritatis: Qui vivis et regnas cum Deo Patre in unitate Spiritus Sancti Deus, per omnia sæcula sæculorum. Amen.


Signore, difendi noi che ti immoliamo i tuoi olocausti e perché nostri cuori si predispongano con maggior fervore verso di essi, infiammaci con le fiamme della tua divina carità: Tu che sei Dio e vivi e regni con Dio Padre nell’unità dello Spirito Santo per tutti i secoli dei secoli. Amen


COMMUNIO

Matth 28.20

Ecce, ego vobiscum sum omnibus diebus usque ad consummationem sæculi: dicit Dominus. Alleluia


Dice il Signore: “Ecco, io sono con voi tutti i giorni fino alla fine del mondo”. Alleluia


POSTCOMMUNIO

Oremus

Divinis donis Cordis tui satiati: quæsumus, Domine Iesu, ut in tui semper amore permanere et usque in finem crescere mereamur: Qui vivis et regnas cum Deo Patre in unitate Spiritus Sancti Deus, per omnia sæcula sæculorum. Amen.


Preghiamo

Saziati dai doni del tuo Cuore, ti chiediamo, Signore Gesù, di rimanere sempre nel tuo amore e di crescere in esso fino alla fine: Tu che sei Dio e vivi e regni con Dio Padre nell’unità dello Spirito Santo per tutti i secoli dei secoli. Amen




Nessun commento:

Posta un commento

Supplica a Nostra Signora di Loreto

"È provato da testimoni degni di fede che la Santa Vergine, dopo aver trasportato per l’onnipotenza divina, la sua immagine e la prop...