venerdì 20 luglio 2018

Sant'Elia Profeta

Sant’Elia Tisbita fu profeta del vero Dio - il suo stesso nome significa Yahwhe è Dio - al tempo di Acazia e Acab. Combatté strenuamente - confermando la predicazione coi miracoli - per l’integrità della Fede contro il culto del demone Baal che era stato introdotto in Israele. Sul Monte Carmelo trionfò dei sacerdoti idolatrici, in seguito da lui stesso scannati. Per sfuggire all’ira della regine Gezabele fuggì nel deserto, dove, nel pieno dell’angoscia fu visitato da un Angelo che lo rifocillò con un pane miracoloso, figura dell’Eucaristia. Alla fine della sua missione fu assunto di tra gli uomini da un carro di fuoco e portato in luogo misterioso col suo corpo mortale: “Non è sfuggito alla morte, ma per lui essa è solo ritardata” (S. Gregorio Magno). Assieme al Patriarca Enoch tornerà a preparare la seconda venuta del Cristo e particolarmente per convertire gli Ebrei. I due moriranno Martiri prima della disfatta dell’Anticristo, il che giustifica l'uso dei paramenti rossi. Questo “angelo della terra e uomo del Cielo” (S. Giovanni Crisostomo), vindice dei diritti di Dio, prefigurò san Giovanni Battista. L’Ordine del Carmelo lo venera per suo Padre. Su quel monte infatti egli vide - nella nuvoletta ascendente dal mare - la Santa Vergine e originò un ceto di santi romiti.



PROPRIUM MISSAE
Ex Proprio Dioecesis Patriarchalis Hierosolimitanae

Duplex majus - Paramentis rubeis

INTROITUS

Mal 4, 5-6.- Ecce ego mittam vobis Eliam prophetam, antequam veniat dies Domini magnus et horribilis. Et convertet cor patrum ad filios, et cor filiorum ad patres eorum.  ~~  Ps 66, 5.- Deus misereatur nostri, et benedicat nobis ; illuminet vultum suum super nos, et misereatur nostri  ~~  Glória  ~~  Ecce ego mittam vobis Eliam prophetam, antequam veniat dies Domini magnus et horribilis. Et convertet cor patrum ad filios, et cor filiorum ad patres eorum.


Mal 4, 5-6.- Ecco, io invierò il profeta Elia prima che giunga il giorno grande e terribile del Signore, perché converta il cuore dei padri verso i figli e il cuore dei figli verso i padri.  ~~  Ps 66, 5.- Dio abbia pietà di noi e ci benedica, su di noi faccia splendere il suo volto e di noi abbia pietà.  ~~  Gloria  ~~  Ecco, io invierò il profeta Elia prima che giunga il giorno grande e terribile del Signore, perché converta il cuore dei padri verso i figli e il cuore dei figli verso i padri. 



Gloria



ORATIO

Oremus

Præsta, quæsumus, omnipotens Deus: ut, qui beatum Eliam Prophetam tuum, igneo curru mirabiliter elevatum est esse credimus; eodem interveniente ad cælestia sublevemur, et Sanctorum tuorum consortio gaudeamus. Per Dominum nostrum Jesum Christum filium tuum, qui tecum vivit et regnat in unitate Spiritus Sancti, Deus, per omnia saecula saeculorum. Amen.


Preghiamo.

Fa’, Iddio onnipotente, che noi che crediamo essere stato mirabilmente assunto sul carro di fuoco il beato Elia Profeta, per il suo intervento, possiamo essere sollevati al cielo e godere della compagnia dei tuoi Santi. Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio, e vive e regna con te, in unità con lo Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli. Amen.


LECTIO

Lectio libri Sapientiæ

Eccli 48, 1-10

Et surrexit Elias propheta quasi ignis, et verbum ipsius quasi facula ardebat. Qui induxit in illos famem: et irritantes illum invidia sua pauci facti sunt: non enim poterant sustinere præcepta Domini. Verbo Domini continuit cælum, et dejecit de cælo ignem ter. Sic amplificatus est Elias in mirabilibus suis. Et quis potest similiter sic gloriari tibi? qui sustulisti mortuum ab inferis de sorte mortis, in verbo Domini Dei: qui dejecisti reges ad pernicem, et confregisti facile potentiam ipsorum, et gloriosos de lecto suo: qui audis in Sina judicium, et in Horeb judicia defensionis: qui ungis reges ad pœnitentiam, et prophetas facis successores post te: qui receptus es in turbine ignis, in curru equorum igneorum: qui scriptus es in judiciis temporum, lenire iracundiam Domini, conciliare cor patris ad filium, et restituere tribus Jacob.


Sorse Elia profeta, simile al fuoco; la sua parola bruciava come fiaccola. Egli fece venire su di loro la carestia e quelli che per invidia lo perseguitavano: perché non potevano essi sopportare i comandamenti del Signore. Per comando del Signore chiuse il cielo, fece scendere così tre Così si rese famoso Elia per i suoi prodigi. E chi può vantarsi di esserti uguale? Traesti un defunto dalla morte e dall'inferno per comando del Signore Iddio. Tu abbattesti i re, conquidesti con facilità la loro possanza e facesti cadere uomini gloriosi dal loro letto. Sentisti sul Sinai il giudizio, sull'Oreb sentenze di vendetta. Tu ungi re come vindici, e profeti come tuoi successori. Fosti rapito in un turbine di fuoco su un carro di cavalli di fuoco, designato a rimproverare i tempi futuri per placare l'ira di Dio, per ricondurre il cuore dei padri verso i figli e ristabilire le tribù di Giacobbe.


GRADUALE

Ps 144, 18-19

Prope est Dominus omnibus invocantibus eum, omnibus invocantibus eum in veritate.

V. Voluntatem timentium se faciet, et deprecationem eorum exaudiet, et salvos faciet eos.


Il Signore è vicino a quanti lo invocano, a quanti lo cercano nella verità.

V. Appaga il desiderio di quelli che lo temono, ascolta il loro grido e li salva.


ALLELUIA

Alleluja, alleluja

3 Reg 18, 36 et 38

Domine ostende hodie quia tu es Deus Israël, et ego servus tuus. Et cecidit autem ignis Domini, et voravit holocaustum. Alleluja


Alleluia, alleluia

Dimostra oggi, Signore Iddio, che sei tu il Dio di Israele ed io il tuo sevo. E scese del cielo il fuoco del Signore e consumò l’olocausto. Alleluia


EVANGELIUM

Sequentia  sancti Evangelii secundum Lucam

Luc 9, 28-36

In illo tempore: assumpsit Jesus Petrum, et Jacobum, et Joannem, et ascendit in montem ut oraret. Et facta est, dum oraret, species vultus ejus altera: et vestitus ejus albus et refulgens. Et ecce duo viri loquebantur cum illo. Erant autem Moyses et Elias, visi in majestate: et dicebant excessum ejus, quem completurus erat in Jerusalem. Petrus vero, et qui cum illo erant, gravati erant somno. Et evigilantes viderunt majestatem ejus, et duos viros qui stabant cum illo. Et factum est cum discederent ab illo, ait Petrus ad Jesum: Præceptor, bonum est nos hic esse: et faciamus tria tabernacula, unum tibi, et unum Moysi, et unum Eliæ: nesciens quid diceret. Hæc autem illo loquente, facta est nubes, et obumbravit eos: et timuerunt, intrantibus illis in nubem. Et vox facta est de nube, dicens: Hic est Filius meus dilectus, ipsum audite. Et dum fieret vox, inventus est Jesus solus. Et ipsi tacuerunt, et nemini dixerunt in illis diebus quidquam ex his quæ viderant.


In quel tempo, Gesù prese con sé Pietro Giacomo, e Giovanni e salì sul monte a pregare. E, mentre pregava, il suo volto cambiò d'aspetto e la sua veste divenne candida e sfolgorante. Ed ecco due uomini parlavano con lui: erano Mosè ed Elia, apparsi nella loro gloria, e parlavano della sua dipartita che avrebbe portato a compimento a Gerusalemme. Pietro e i suoi compagni erano oppressi dal sonno; tuttavia restarono svegli e videro la sua gloria e i due uomini che stavano con lui. Mentre questi si separavano da lui, Pietro disse a Gesù: «Maestro, è bello per noi stare qui. Facciamo tre tende, una per te, una per Mosè e una per Elia». Egli non sapeva quel che diceva. Mentre parlava così, venne una nube e li avvolse; all'entrare in quella nube, ebbero paura. E dalla nube uscì una voce, che diceva: «Questi è il Figlio mio, l'eletto; ascoltatelo». Appena la voce cessò, Gesù restò solo. Essi tacquero e in quei giorni non riferirono a nessuno ciò che avevano visto.


OFFERTORIUM

Jac 5, 17-18

Elias homo erat similis nobis passibilis : et oratione oravit ut non plueret super terram, et non pluit annos tres, et menses sex. Et rursum oravit: et cælum dedit pluviam, et terra dedit fructum suum. Alleluja


Elia era un uomo della nostra stessa natura: pregò intensamente che non piovesse e non piovve sulla terra per tre anni e sei mesi. Poi pregò di nuovo e il cielo diede la pioggia e la terra produsse il suo frutto. Alleluia


SECRETA

Offerimus tibi, Domine, hostiam laudis in honorem Sancti Eliæ Prophetæ tui: et sicut tu holocausto illius adfuisti, ita sacrificium nostrum acceptare digneris; ut per illud ad æternam pervenire mereamur lætitiam. Per Dominum nostrum Jesum Christum filium tuum, qui tecum vivit et regnat in unitate Spiritus Sancti, Deus, per omnia saecula saeculorum. Amen.



Ti offriamo,Signore, il sacrificio di lode in onore del tuo Santo Profeta Elia: come presenziasti al suo olocausto così degnati di accettare il nostro sacrificio onde noi per mezzo suo meritiamo di giungere alla eterna letizia. Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio, e vive e regna con te, in unità con lo Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli. Amen.


COMMUNIO

3 Reg 19, 8

Comedit Elias et bibit, et ambulavit in fortitudine cibi illius quadraginta diebus et quadraginta noctibus usque ad montem Dei. Alleluja


Elia mangiò e bevve. Con la forza datagli da quel cibo, camminò per quaranta giorni e quaranta notti fino al monte di Dio. Alleluia


POSTCOMMUNIO

Oremus
Deus, qui per sanctum Angelum beato Eliæ, Prophetæ tuo, cibum et potum tribuisti: ipso interveniente concede; ut, quæ de cælesti mensa percepimus, sinceris mentibus illibata servemus. Per Dominum nostrum Jesum Christum filium tuum, qui tecum vivit et regnat in unitate Spiritus Sancti, Deus, per omnia saecula saeculorum. Amen.


Preghiamo.

O Dio, che per mezzo dell’Angelo Santo hai dato al tuo Santo Profeta Elia il cibo e la bevanda: concedi, per la sua intercessione, che conserviamo illibato, con mente sincera, ciò che abbiamo ricevuto dalla mensa celeste. Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio, e vive e regna con te, in unità con lo Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli. Amen.



Nessun commento:

Posta un commento

Supplica a Nostra Signora di Loreto

"È provato da testimoni degni di fede che la Santa Vergine, dopo aver trasportato per l’onnipotenza divina, la sua immagine e la prop...