sabato 3 febbraio 2018

San Cornelio Centurione

Cornelio, centurione della Coorte Italica di stanza a Cesarea di Palestina, fu fra i primi non Ebrei a ricevere lo Spirito Santo: fu battezzato dall’Apostolo san Pietro. Secondo il Martirologio Romano lo stesso Principe degli Apostoli lo innalzato all'onore dell'Episcopato di Cesarea di Palestina.  La tradizione della Chiesa Greca lo vuole Martire. La Chiesa Latin ricorda san Cornelio il 2 di febbraio, ma il Proprium del Patriarcato Latino di Gerusalemme lo celebra il giorno successivo a motivo della festa della Purificazione di Maria Santissima.




INTROITUS

Eccli 17, 18.Eleemosyna viri quasi signaculum cum ipso, et gratiam hominis quasi pupillam conservabit; et postea resurget,  et retribuet illis retributionem.  ~~  Ps 33.- Benedicam Dominum in omni tempore; semper laus ejus in ore meo.  ~~  Glória  ~~  Eleemosyna viri quasi signaculum cum ipso, et gratiam hominis quasi pupillam conservabit; et postea resurget,  et retribuet illis retributionem.


Eccli 17, 18.La elemosina dell'uomo è per lui come un sigillo, egli serberà la generosità come la propria pupilla.  Alla fine si leverà e renderà loro la ricompensa.  ~~  Ps 33.- Benedirò il Signore in ogni tempo: sulle mie labbra sempre la sua lode.  ~~  Gloria  ~~  La elemosina dell'uomo è per lui come un sigillo, egli serberà la generosità come la propria pupilla.  Alla fine si leverà e renderà loro la ricompensa.



Gloria


ORATIO
Oremus

Omnipotens sempiterne Deus, fidelium splendor animarum, qui hanc festivitatem sancti Cornelii Episcopi et Confessoris, primitiis gentium consecrasti; imple ejus intercessione mundum gloria tua, et subditis tibi populis appare per luminis tuæ claritatis. Per Dominum nostrum Jesum Christum, Filium tuum: qui tecum vivit et regnat in unitate Spiritus Sancti Deus, per omnia saecula saeculorum. Amen.


Preghiamo

Onnipotente e sempiterno Iddio, splendore delle anime fedeli, che hai consacrato questa festa del tuo santo Confessore e Vescovo Cornelio con le primizie della Gentilità: per sua intercessione riempi il mondo della tua gloria ed appari ai popoli a te soggetti nello splendore della tua luce. Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio, e vive e regna con te, in unità con lo Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli. Amen.


Orémus.

Pro S. Blasio Ep. et Mart.
Deus, qui nos beati Blasii Martyris tui atque Pontificis annua solemnitate laetificas: concede propitius; ut cujus natalitia colimus, de eiusdem etiam protectione gaudeamus.  Per Dominum nostrum Jesum Christum, Filium tuum: qui tecum vivit et regnat in unitate Spiritus Sancti Deus, per omnia saecula saeculorum.  Amen.


Preghiamo

O Dio, che ci allieti con l’annuale solennità di San Biagio, tuo Martire e Pontefice: concedici, propizio,di godere della protezione di colui il cui natale celebriamo. Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio, e vive e regna con te, in unità con lo Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli. Amen.


LECTIO

Lectio Actuum Apostolorum

Act 10, 25-48

In diebus illis:  factum est cum introisset Petrus, obvius venit ei Cornelius, et procidens ad pedes ejus adoravit. Petrus vero elevavit eum, dicens : Surge : et ego ipse homo sum. Et loquens cum illo intravit, et invenit multos qui convenerant: dixitque ad illos : Vos scitis quomodo abominatum sit viro Judæo conjungi aut accedere ad alienigenam : sed mihi ostendit Deus neminem communem aut immundum dicere hominem. Propter quod sine dubitatione veni accersitus. Interrogo ergo, quam ob causam accersistis me? Et Cornelius ait: A nudiusquarta die usque ad hanc horam, orans eram hora nona in domo mea, et ecce vir stetit ante me in veste candida, et ait : Corneli, exaudita est oratio tua, et eleemosynæ tuæ commemoratæ sunt in conspectu Dei. Mitte ergo in Joppen, et accersi Simonem qui cognominatur Petrus : hic hospitatur in domo Simonis coriarii juxta mare. Confestim ergo misi ad te : et tu benefecisti veniendo. Nunc ergo omnes nos in conspectu tuo adsumus audire omnia quæcumque tibi præcepta sunt a Domino.Aperiens autem Petrus os suum, dixit : In veritate comperi quia non est personarum acceptor Deus; sed in omni gente qui timet eum, et operatur justitiam, acceptus est illi. Verbum misit Deus filiis Israël, annuntians pacem per Jesum Christum (hic est omnium Dominus). Vos scitis quod factum est verbum per universam Judæam : incipiens enim a Galilæa post baptismum quod prædicavit Joannes,  Jesum a Nazareth : quomodo unxit eum Deus Spiritu Sancto, et virtute, qui pertransiit benefaciendo, et sanando omnes oppressos a diabolo, quoniam Deus erat cum illo. Et nos testes sumus omnium quæ fecit in regione Judæorum, et Jerusalem, quem occiderunt suspendentes in ligno. Hunc Deus suscitavit tertia die, et dedit eum manifestum fieri, non omni populo, sed testibus præordinatis a Deo : nobis, qui manducavimus et bibimus cum illo postquam resurrexit a mortuis. Et præcepit nobis prædicare populo, et testificari, quia ipse est qui constitutus est a Deo judex vivorum et mortuorum. Huic omnes prophetæ testimonium perhibent remissionem peccatorum accipere per nomen ejus omnes qui credunt in eum. Adhuc loquente Petro verba hæc, cecidit Spiritus Sanctus super omnes qui audiebant verbum. Et obstupuerunt ex circumcisione fideles qui venerant cum Petro, quia et in nationes gratia Spiritus Sancti effusa est. Audiebant enim illos loquentes linguis, et magnificantes Deum. Tunc respondit Petrus : Numquid aquam quis prohibere potest ut non baptizentur hi qui Spiritum Sanctum acceperunt sicut et nos ? Et jussit eos baptizari in nomine Domini Jesu Christi.


In quei giorni, mentre Pietro stava per entrare, Cornelio andandogli incontro si gettò ai suoi piedi per adorarlo.Ma Pietro lo rialzò, dicendo: «Alzati: anch'io sono un uomo!». Poi, continuando a conversare con lui, entrò e trovate riunite molte persone disse loro: «Voi sapete che non è lecito per un Giudeo unirsi o incontrarsi con persone di altra razza; ma Dio mi ha mostrato che non si deve dire profano o immondo nessun uomo. Per questo sono venuto senza esitare quando mi avete mandato a chiamare. Vorrei dunque chiedere: per quale ragione mi avete fatto venire?». Cornelio allora rispose: «Quattro giorni or sono, verso quest'ora, stavo recitando la preghiera delle tre del pomeriggio nella mia casa, quando mi si presentò un uomo in splendida veste e mi disse: Cornelio, sono state esaudite le tue preghiere e ricordate le tue elemosine davanti a Dio. Manda dunque a Giaffa e fà venire Simone chiamato anche Pietro; egli è ospite nella casa di Simone il conciatore, vicino al mare. Subito ho mandato a cercarti e tu hai fatto bene a venire. Ora dunque tutti noi, al cospetto di Dio, siamo qui riuniti per ascoltare tutto ciò che dal Signore ti è stato ordinato».Pietro prese la parola e disse: «In verità sto rendendomi conto che Dio non fa preferenze di persone, ma chi lo teme e pratica la giustizia, a qualunque popolo appartenga, è a lui accetto. Questa è la parola che egli ha inviato ai figli d'Israele, recando la buona novella della pace, per mezzo di Gesù Cristo, che è il Signore di tutti. Voi conoscete ciò che è accaduto in tutta la Giudea, incominciando dalla Galilea, dopo il battesimo predicato da Giovanni; cioè come Dio consacrò in Spirito Santo e potenza Gesù di Nazaret, il quale passò beneficando e risanando tutti coloro che stavano sotto il potere del diavolo, perché Dio era con lui. E noi siamo testimoni di tutte le cose da lui compiute nella regione dei Giudei e in Gerusalemme. Essi lo uccisero appendendolo a una croce,ma Dio lo ha risuscitato al terzo giorno e volle che apparisse, non a tutto il popolo, ma a testimoni prescelti da Dio, a noi, che abbiamo mangiato e bevuto con lui dopo la sua risurrezione dai morti. E ci ha ordinato di annunziare al popolo e di attestare che egli è il giudice dei vivi e dei morti costituito da Dio. Tutti i profeti gli rendono questa testimonianza: chiunque crede in lui ottiene la remissione dei peccati per mezzo del suo nome».Pietro stava ancora dicendo queste cose, quando lo Spirito Santo scese sopra tutti coloro che ascoltavano il discorso. E i fedeli circoncisi, che erano venuti con Pietro, si meravigliavano che anche sopra i pagani si effondesse il dono dello Spirito Santo; li sentivano infatti parlare lingue e glorificare Dio. Allora Pietro disse: «Forse che si può proibire che siano battezzati con l'acqua questi che hanno ricevuto lo Spirito Santo al pari di noi?». E ordinò che fossero battezzati nel nome del Signore Gesù Cristo.


GRADUALE

Rom. 10,10

Non enim est distinctio Judæi et Græci : nam idem Dominus omnium, dives in omnes qui invocant illum.


Non c'è distinzione fra Giudeo e Greco, dato che lui stesso è il Signore di tutti, ricco verso tutti quelli che l'invocano.


Prima della Settagesima si dice l'Alleluia e il verso seguente:
Alleluia, alleluia

Rom. 10,13

Omnis enim quicumque invocaverit nomen Domini, salvus erit. Alleluia


Alleluia, alleluia

Chiunque avrà invocato il nome del Signore sarà salvo. Alleluia


Dopo la Settagesima si omette l'Alleluia e dopo i Graduale si dice il Tratto:
1 Tim 2, 4-6

Deus omnes homines vult salvos fieri, et ad agnitionem veritatis venire.

V. Unus enim Deus, unus et mediator Dei et hominum homo Christus Jesus.

V. Qui dedit redemptionem semetipsum pro omnibus


Dio vuole che tutti gli uomini siano salvati e arrivino alla conoscenza della verità.

V. Uno solo, infatti, è Dio e uno solo il Mediatore fra Dio e gli uomini, l'uomo Cristo Gesù,

V. Egli ha dato se stesso in riscatto per tutti.


EVANGELIUM

Sequentia    sancti Evangelii secundum Ioannem
Joann 10, 15-18

In illo tempore, dixit Jesus discipulis suis: Sicut novit me Pater, et ego agnosco Patrem : et animam meam pono pro ovibus meis. Et alias oves habeo, quæ non sunt ex hoc ovili : et illas oportet me adducere, et vocem meam audient, et fiet unum ovile et unus pastor. Propterea me diligit Pater : quia ego pono animam meam, ut iterum sumam eam. Nemo tollit eam a me : sed ego pono eam a meipso, et potestatem habeo ponendi eam, et potestatem habeo iterum sumendi eam. Hoc mandatum accepi a Patre meo.


In quel tempo Gesù disse ai suoi discepoli: «Come il Padre conosce me e io conosco il Padre; e offro la vita per le pecore. E ho altre pecore che non sono di quest'ovile; anche queste io devo condurre; ascolteranno la mia voce e diventeranno un solo gregge e un solo pastore. Per questo il Padre mi ama: perché io offro la mia vita, per poi riprenderla di nuovo. Nessuno me la toglie, ma la offro da me stesso, poiché ho il potere di offrirla e il potere di riprenderla di nuovo. Questo comando ho ricevuto dal Padre mio».


OFFERTORIUM

Job 16, 20

Orátio mea munda est : et ídeo peto, ut detur locus voci meæ in cælo : quia ibi est iudex meus, et cónscius meus in excélsis : ascéndat ad Dóminum deprecátio mea.


La mia preghiera è pura: pertanto chiedo che la mia voce sia ascoltata in cielo: perché ivi è il mio giudice e chi conosce la mia coscienza sta lassù in cielo: che la mia preghiera salga al Signore.


SECRETA

Protector noster aspice Deus, et respice in faciem Christi tui, qui dedidt redemptionem semetipsum pro omnibus; et fac ut, suffragantibus meritis  sancti Cornelii Confessoris tui atque Pontificis, ab ortu solis usque ad occasum magnificetur nomen tuum in gentibus, ac in omni loco sacrificetur et offeratur nomini tuo oblatio munda. Per eudem Dominum nostrum Jesum Christum, Filium tuum: qui tecum vivit et regnat in unitate Spiritus Sancti Deus, per omnia saecula saeculorum. Amen.


Dio protettor nostro, guarda in faccia al tuo Cristo che si offrì come redenzione per tutti e fa’ che, per il suffragio dei meriti di San Cornelio, tuo Confessore e Pontefice, da Oriente ad Occidente sia magnificato il tuo nome fra i Gentili ed in ogni luogo sia sacrificata ed offerta al tuo nome l’oblazione pura. Per il medesimo nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio, e vive e regna con te, in unità con lo Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli. Amen


Pro S. Blasio Ep. et Mart.

Múnera tibi, Dómine, dicáta sanctífica: et, intercedénte beáto Blasio Mártyre tuo atque Pontífice, per éadem nos placátus inténde.Per Dominum nostrum Jesum Christum, Filium tuum: qui tecum vivit et regnat in unitate Spiritus Sancti Deus, per omnia saecula saeculorum. Amen.


Santifica, o Signore, queste offerte e, placato, riguardaci per mezzo di esse e per l’intercessione di San Biagio tuo Martire e Pontefice. Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio, e vive e regna con te, in unità con lo Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli. Amen


COMMUNIO

Ps 30,17-18

Illustra faciem tuam super servum tuum; salvum me fac in misericordia tua. Domine, non confundar, quoniam invocavi te.


Fa’ splendere il tuo volto sul tuo servo, salvami per la tua misericordia. Signore, ch'io non resti confuso, perché ti ho invocato


POSTCOMMUNIO

Oremus

Purifica, quæsumus Domine, tuorum corda fidelium, ut sacris intenta doctrinis, et intelligant quand sequantur et sequendo fideliter apprehendant. Per Dominum nostrum Jesum Christum, Filium tuum: qui tecum vivit et regnat in unitate Spiritus Sancti Deus, per omnia saecula saeculorum. Amen.


Preghiamo

Purifica, o Signore, i cuori dei tuoi fedeli, perché, ponendo mente alle sacre dottrine, comprendano ciò che seguono e seguendole fedelmente le apprendano. Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio, e vive e regna con te, in unità con lo Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli. Amen.


Orémus.

Pro S. Blasio Ep. et Mart.

Hæc nos commúnio, Dómine, purget a crímine: et, intercedénte beáto Blasio Mártyre tuo atque Pontífice, coeléstis remédii fáciat esse consórtes. Per Dominum nostrum Jesum Christum, Filium tuum: qui tecum vivit et regnat in unitate Spiritus Sancti Deus, per omnia saecula saeculorum. Amen.


Preghiamo
Questa comunione, o Signore, ci mondi dal peccato e, per l’intercessione di San Biagio, tuo Martire e Pontefice, ci renda consorti del rimedio celeste. Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio, e vive e regna con te, in unità con lo Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli. Amen.


Nessun commento:

Posta un commento

Supplica a Nostra Signora di Loreto

"È provato da testimoni degni di fede che la Santa Vergine, dopo aver trasportato per l’onnipotenza divina, la sua immagine e la prop...