giovedì 15 marzo 2018

San Longino Martire


Dal Martirologio Romano: “A Cesarea, in Cappadocia, la passione di san Longino soldato, che si dice abbia trafitto colla lancia il costato del Signore”.


PROPRIUM MISSAE
Ex Proprio pro Dioecesi Patriarcali Hierosolimitana

INTROITUS
Thren 3, 32 et 33 et 35.- Miserebitur, secundum multitudinem miserationum suarum: non enim humiliavit ex corde suo et abjecit filios hominum; bonus est Dominus sperantibus in eum, animæ querenti illum   ~~   Ps 88, 2.-  Misericordias Domini in æternum cantabo; in generationem et generationem   ~~   Glória   ~~  Miserebitur, secundum multitudinem miserationum suarum: non enim humiliavit ex corde suo et abjecit filios hominum; bonus est Dominus sperantibus in eum, animæ querenti illum

Thren 3, 32 et 33 et 35.- Avrà pietà secondo la sua grande misericordia: poiché contro il suo desiderio egli umilia e affligge i figli dell'uomo. Buono è il Signore con quelli che sperano in Lui, con l’anima che lo cerca   ~~   Ps 88, 2.-  Canterò per sempre le misericordie del Signore, di generazione in generazione   ~~   Gloria  ~~   Avrà pietà secondo la sua grande misericordia: poiché contro il suo desiderio egli umilia e affligge i figli dell'uomo. Buono è il Signore con quelli che sperano in Lui, con l’anima che lo cerca


Gloria


ORATIO
Oremus
Domine Jesu Christe, qui dixisti: Si exaltatus fuero a terra, omnia traham ad meipsum; præsta, quæsumus: ut per intercessionem beati Longini Martyris, tuæ circa nos semper viscera sentiamus. Qui vivis et regnas cum Deo Patre in unitate Spiritus Sancti Deus, per omnia sæcula sæculorum. Amen.

Preghiamo
Signore Gesù Cristo, tu che hai detto “Se sarò innalzato da terra, attirerò tutti a me”: concedici, per l’intercessione di San Longino Martire, di sperimentare sempre la tua misericordiosa pietà verso di noi. Tu che sei Dio, e vivi e regni con Dio Padre, in unità con lo Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli. Amen.

Si fa la commemorazione della Feria di Quaresima.

LECTIO
Lectio libri Sapientiæ
Eccli 18, 1-9
Qui vivet in æternum creavit omnia simul. Deus solus justificabitur,et manet invictus rex in æternum. Quis sufficit enarrare opera illius? quis enim investigabit magnalia ejus? virtutem autem magnitudinis ejus quis enuntiabit? aut quis adjiciet enarrare misericordiam ejus? Non est minuere neque adjicere, nec est invenire magnalia Dei. Cum consummaverit homo, tunc incipiet: et cum quieverit, aporiabitur. Quid est homo? et quæ est gratia illius? et quid bonum aut quid nequam illius? Numerus dierum hominum, ut multum centum anni, quasi gutta aquæ maris deputati sunt: et sicut calculus arenæ, sic exigui anni in die ævi. Propter hoc patiens est Deus in illis, et effundit super eos misericordiam suam.

Colui che vive per sempre ha creato l'intero universo. Il Signore soltanto è riconosciuto giusto. A nessuno è possibile svelare le sue opere e chi può indagare le sue grandezze? La potenza della sua maestà chi potrà misurarla? Chi riuscirà a narrare le sue misericordie? Non c'è nulla da togliere e nulla da aggiungere; non è possibile indagare le meraviglie del Signore. Quando uno ha finito, allora comincia; quando si ferma, allora rimane perplesso. Che è l'uomo? E a che può servire? Qual è il suo bene e qual è il suo male? Quanto al numero dei giorni dell'uomo, cento anni sono gia molti.Come una goccia d'acqua nel mare e un grano di sabbia così questi pochi anni in un giorno dell'eternità. Per questo il Signore è paziente con gli uomini e riversa su di essi la sua misericordia

GRADUALE
Ps 30,3
Esto mihi in Deum protectorem, et in locum refugii, ut salvum me facias
Ps 70,1
In te, Domine, speravi ; non confundar in æternum.

Sii tu, o Dio, mio protettore e mio rifugio perché io sia salvo 
V. In te ho sperato, o Signore: che io non resti confuso in eterno.

TRACTUS
Ps 129, 1-4
De profundis clamavi ad te, Domine;  Domine, exaudi vocem meam.
V. Fiant aures tuæ intendentes in vocem deprecationis meæ.
V. Si iniquitates observaveris, Domine, Domine, quis sustinebit ?
V. Quia apud te propitiatio est; et propter legem tuam sustinui te, Domine.

Dal profondo ho gridato, o Signore: Signore ascolta la mia voce
V. Siano i tuoi orecchi attenti alla voce della mia preghiera.
V. Se consideri le colpe, o Signore, Signore chi potrà sussitere?
V. Ma in te è la clemenza e a motivo della tua legge ho confidato in te, o Signore.

EVANGELIUM
Sequentia  sancti Evangelii secundum Joannem
Joan 19, 31-37
In illo tempore: Judæi ergo (quoniam parasceve erat) ut non remanerent in cruce corpora sabbato (erat enim magnus dies ille sabbati), rogaverunt Pilatum ut frangerentur eorum crura, et tollerentur. Venerunt ergo milites : et primi quidem fregerunt crura, et alterius, qui crucifixus est cum eo. Ad Jesum autem cum venissent, ut viderunt eum jam mortuum, non fregerunt ejus crura, sed unus militum lancea latus ejus aperuit, et continuo exivit sanguis et aqua. Et qui vidit, testimonium perhibuit : et verum est testimonium ejus. Et ille scit quia vera dicit : ut et vos credatis. Facta sunt enim hæc ut Scriptura impleretur : Os non comminuetis ex eo. Et iterum alia Scriptura dicit : Videbunt in quem transfixerunt.

In quel tempo, poiché era il giorno della Preparazione e i Giudei, perché i corpi non rimanessero in croce durante il sabato (era infatti un giorno solenne quel sabato), chiesero a Pilato che fossero loro spezzate le gambe e fossero portati via. Vennero dunque i soldati e spezzarono le gambe al primo e poi all'altro che era stato crocifisso insieme con lui. Venuti però da Gesù e vedendo che era gia morto, non gli spezzarono le gambe, ma uno dei soldati gli colpì il fianco con la lancia e subito ne uscì sangue e acqua.Chi ha visto ne dà testimonianza e la sua testimonianza è vera e egli sa che dice il vero, perché anche voi crediate. Questo infatti avvenne perché si adempisse la Scrittura: Non gli sarà spezzato alcun osso. E un altro passo della Scrittura dice ancora: Volgeranno lo sguardo a colui che hanno trafitto.

OFFERTORIUM
Sap 16, 7-8
Qui enim conversus est, non per hoc quod videbat sanabatur,sed per te, omnium salvatorem. In hoc autem ostendisti inimicis nostris quia tu es qui liberas ab omni malo.

Chi si volgeva a guardarlo era salvato non da quel che vedeva, ma solo da te, salvatore di tutti. Anche con ciò convincesti i nostri nemici che tu sei colui che libera da ogni male.

SECRETA
Domine Jesu Christe, misericors et miserator, qui percussos ignitis serpentis per aspectum signi positi sanasti, et sanctum Longinum Militem per apertum latum tuum attraxisti; attrahe nos omnes peccatores, ut ferventes corda nostra præparentur flammis tuæ divinæ caritatis. Qui vivis et regnas cum Deo Patre in unitate Spiritus Sancti Deus, per omnia sæcula sæculorum. Amen.

Preghiamo
Signore Gesù Cristo, pietoso e misericordioso, che guaristi mediante l’effige innalzata coloro che venivano morsi dai serpenti brucianti e che attraesti a te il soldato San Longino: attrai pure noi peccatori perché prepariamo i nostri cuori ferventi alle fiamme della tua divina carità. Tu che sei Dio, e vivi e regni con Dio Padre, in unità con lo Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli. Amen.

Si fa la commemorazione della Feria di Quaresima.

COMMUNIO
Ps 30, 17-18
Illustra faciem tuam super servum tuum; salvum me fac in misericordia tua. Domine, non confundar, quoniam invocavi te.

Fa’ splendere il tuo volto sul tuo servo, salvami per la tua misericordia. Signore, ch'io non resti confuso, perché ti ho invocato

POSTCOMMUNIO
Oremus
Deus, innocentiæ restitutor et amator, dirige ad te corda servorum tuorum: ut, spiritus tui fervore concepto, per exemplum sancti Longini Martyris, et in fide inveniantur stabiles, et in opere efficaces. Per Dominum nostrum Iesum Christum Filium tuum: Qui tecum vivit et regnat in unitate Spiritus Sancti Deus, per omnia sæcula sæculorum. Amen.

Preghiamo
Dio, restauratore e amante dell’innocenza, dirigi a te i cuori dei tuoi servi: onde, concepito il fervore del tuo Spirito, sull’esempio di San Longino Martire, siamo trovati stabili nella fede e fruttuosi nelle opere. Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio, e vive e regna con te, in unità con lo Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli. Amen.

Si fa la commemorazione della Feria di Quaresima.



Nessun commento:

Posta un commento

Supplica a Nostra Signora di Loreto

"È provato da testimoni degni di fede che la Santa Vergine, dopo aver trasportato per l’onnipotenza divina, la sua immagine e la prop...