sabato 12 maggio 2018

Maria Santissima Regina degli Apostoli

Il Sabato infra l’Ottava dell’Ascensione  si celebra Maria sotto il titolo di Regina degli Apostoli.  Si contempla la Vergine che nel Cenacolo assieme a san Pietro, agli Apostoli e ai Discepoli attende in orazione la venuta dello Spirito Santo sulla Chiesa nascente. Ella, Corredentrice e Mediatrice d’ogni grazia, è la Madre del Corpo Mistico e la Avvocata di tutti i Cristi: sempre assiste la Chiesa nel suo apostolato nel mondo, sempre ostile al Regno del Figlio Gesù.



INTROITUS
Ps 86, 1-3.- Fundamenta eius in montibus sanctis: diligit Dominus portas Sion super omnia tabernacula Iacob. Gloriosa dicta sunt de te, civitas Dei. Alleluia, alleluia  ~~  Ps 133,1.- Ecce, nunc benedicite Dominum, omnes servi Domini: qui statis in domo Domini, in atriis domus Dei nostri.  ~~  Gloria  ~~  Fundamenta eius in montibus sanctis: diligit Dominus portas Sion super omnia tabernacula Iacob. Gloriosa dicta sunt de te, civitas Dei. Alleluia, alleluia


Ps 86, 1-3.- I suoi fondamenti sono sui monti santi: il Signore ama le porte di Sion più che tutte le tende di Giacobbe. Cose gloriose si dicono di te, o città di Dio. Alleluia, alleluia  ~~  Ps 133,1.- Benedite il Signore voi tutti servi del Signore, voi che state nella casa del Signore, negli atrii della casa del nostro Dio  ~~  Gloria  ~~  I suoi fondamenti sono sui monti santi: il Signore ama le porte di Sion più che tutte le tende di Giacobbe. Cose gloriose si dicono di te, o città di Dio. Alleluia, alleluia



Gloria



ORATIO

Oremus

Deus, qui Apostolis tuis, cum Maria Matre Iesu unanimiter orantibus, Sanctum dedisti Spiritum: da nobis; ut, eadem Matre nostra et Apostolorum Regina protegente, maiestati tuæ fideliter servire et nominis tui gloriam verbo et exemplo diffundere valeamus. Per eundem  Dominum nostrum Iesum Christum Filium tuum: Qui tecum vivit et regnat in unitate eiusdem Spiritus Sancti Deus, per omnia sæcula sæculorum. Amen.


Preghiamo

O Dio, che hai donato lo Spirito Santo ai tuoi Apostoli mentre stavano congregati in orazione con Maria Madre di Gesù, concedici che, con la protezione della medesima Madre nostra e Regina degli Apostoli, possiamo servirti fedelmente e diffondere la gloria del tuo nome con la parola e con l’esempio. Per il medesimo nostro Signore Gesù Cristo tuo Figliuolo, che è Dio e vive e regna con te nell’unità del medesimo Spirito Santo per tutti i secoli dei secoli. Amen.


Orémus.

Infra octavam Ascensionis

Concéde, quǽsumus, omnípotens Deus: ut, qui hodiérna die Unigénitum tuum, Redemptórem nostrum, ad coelos ascendísse crédimus; ipsi quoque mente in coeléstibus habitémus. Per eundem Dominum nostrum Iesum Christum filium tuum, qui tecum vivit et regnat in unitate Spiritus Sancti, Deus, per omnia saecula saeculorum.  Amen.


Preghiamo.

Concedici, Te ne preghiamo, o Dio onnipotente, che noi, che crediamo che oggi è salito al cielo il tuo Unigenito, nostro Redentore, abitiamo anche noi col nostro spirito in cielo. Per il medesimo nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio, e vive e regna con te, in unità con lo Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli. Amen.


LECTIO

Lectio Actuum Apostolorum

Act. 1, 1-14.

Primum quidem sermonem feci de omnibus, o Theophile, quæ cœpit Iesus facere et docere usque in diem qua præcipiens Apostolis per Spiritum Sanctum, quos elegit, assumptus est: quibus et præbuit seipsum vivum post passionem suam in multis argumentis, per dies quadraginta apparens eis, et loquens de regno Dei.  Et convescens, præcepit eis ab Ierosolymis ne discederent, sed exspectarent promissionem Patris, quam audistis (inquit) per os meum: quia Ioannes quidem baptizavit aqua, vos autem baptizabimini Spiritu Sancto non post multos hos dies. Igitur qui convenerant, interrogabant eum, dicentes: Domine, si in tempore hoc restitues regnum Israël? Dixit autem eis: Non est vestrum nosse tempora vel momenta quæ Pater posuit in sua potestate: sed accipietis virtutem supervenientis Spiritus Sancti in vos, et eritis mihi testes in Ierusalem, et in omni Iudæa, et Samaria, et usque ad ultimum terræ. Et cum hæc dixisset, videntibus illis, elevatus est: et nubes suscepit eum ab oculis eorum. Cumque intuerentur in cælum euntem illum, ecce duo viri astiterunt iuxta illos in vestibus albis, qui et dixerunt: Viri Galilæi, quid statis aspicientes in cœlum? Hic Jesus, qui assumptus est a vobis in cælum, sic veniet quemadmodum vidistis eum euntem in cœlum. Tunc reversi sunt Ierosolymam a monte qui vocatur Oliveti, qui est iuxta Jerusalem, sabbati habens iter. Et cum introissent in cœnaculum, ascenderunt ubi manebant Petrus, et Ioannes, Iacobus, et Andreas, Philippus, et Thomas, Bartholomæus, et Matthæus, Iacobus Alphæi, et Simon Zelotes, et Iudas Jacobi. Hi omnes erant perseverantes unanimiter in oratione cum mulieribus, et Maria Matre Iesu, et fratribus eius.


Nel mio primo libro ho già trattato, o Teofilo, di tutto quello che Gesù fece e insegnò dal principio fino al giorno in cui, dopo aver dato istruzioni agli apostoli che si era scelti nello Spirito Santo, egli fu assunto in cielo. Egli si mostrò ad essi vivo, dopo la sua passione, con molte prove, apparendo loro per quaranta giorni e parlando del regno di Dio. Mentre si trovava a tavola con essi, ordinò loro di non allontanarsi da Gerusalemme, ma di attendere che si adempisse la promessa del Padre «quella, disse, che voi avete udito da me: Giovanni ha battezzato con acqua, voi invece sarete battezzati in Spirito Santo, fra non molti giorni». Così venutisi a trovare insieme gli domandarono: «Signore, è questo il tempo in cui ricostituirai il regno di Israele?». Ma egli rispose: «Non spetta a voi conoscere i tempi e i momenti che il Padre ha riservato alla sua scelta, ma avrete forza dallo Spirito Santo che scenderà su di voi e mi sarete testimoni a Gerusalemme, in tutta la Giudea e la Samaria e fino agli estremi confini della terra». Detto questo, fu elevato in alto sotto i loro occhi e una nube lo sottrasse al loro sguardo. E poiché essi stavano fissando il cielo mentre egli se n'andava, ecco due uomini in bianche vesti si presentarono a loro e dissero: «Uomini di Galilea, perché state a guardare il cielo? Questo Gesù, che è stato di tra voi assunto fino al cielo, tornerà un giorno allo stesso modo in cui l'avete visto andare in cielo». Allora ritornarono a Gerusalemme dal monte detto degli Ulivi, che è vicino a Gerusalemme quanto il cammino permesso in un sabato. Entrati in città salirono al piano superiore dove abitavano. C'erano Pietro e Giovanni, Giacomo e Andrea, Filippo e Tommaso, Bartolomeo e Matteo, Giacomo di Alfeo e Simone lo Zelota e Giuda di Giacomo. Tutti questi erano assidui e concordi nella preghiera, insieme con alcune donne e con Maria, la Madre di Gesù e con i fratelli di lui.


ALLELUIA

Alleluia, alleluia

Num 17,8

Virga Iesse floruit: Virgo Deum et hominem genuit: pacem Deus reddidit, in se reconcilians ima summis. Alleluia

Iudith 13, 17-18

Laudate Dominum,Deum nostrum, qui non deseruit sperantes in se: et in me ancilla sua adimplevit misericordiam suam, quam promisit domui Israel: et interfecit in manu mea hostem populi sui. Alleluia


Alleluia, alleluia

V. È fiorita la verga di Iesse: la Vergine ha generato il Dio-Uomo. Iddio ha restaurato la pace riconciliando in se le cose somme con quelle infime Alleluia

V. Lodate il Signore Iddio nostro, perché non ha abbandonato coloro che speravano in lui ed in me, sua serva, ha adempiuto la sua misericordia che aveva promesso alla casa di Israele, ed ha ucciso per mano mia il nemico del suo popolo. Alleluia


EVANGELIUM

Sequentia    sancti Evangelii secundum Ioannem

Ioann. 19, 25-27

In illo tempore: stabant iuxta crucem Iesu Mater eius, et soror Matris eius, Maria Cleophæ, et Maria Magdalene. Cum vidisset ergo Iesus Matrem, et discipulum stantem, quem diligebat, dicit Matri suæ: Mulier, ecce filius tuus. Deinde dicit discipulo: Ecce Mater tua. Et ex illa hora accepit eam discipulus in sua.


In quel tempo, stavano presso la croce di Gesù sua Madre, la sorella di sua Madre, Maria di Cleofa e Maria Maddalena. Gesù allora, vedendo la Madre e lì accanto a lei il discepolo che egli amava, disse alla Madre: «Donna, ecco il tuo figlio!». Poi disse al discepolo: «Ecco la tua Madre!». E da quel momento il discepolo la prese nella sua casa.



Credo



OFFERTORIUM

Iudic 5, 3 et 7-8

Ego sum, ego sum, quæ Domino canam, psallam Domino, Deo Israel. Cessaverunt fortes in Israel, et quieverunt: donec surgeret mater in Israel. Nova bella elegit Dominus, et portas hostium ipse subvertit. Alleluia


Io sono, son io quella che canterò al Signore, che darà inni di lode al Signore Iddio di Israele. Vennero meno gli uomini valorosi in Israele, sparirono fin quando non sorse una Madre in Israele. Nuovi modi di guerreggiare prese il Signore: Egli stesso schiantò la possanza dei nemici. Alleluia


SECRETA

Tua, Domine, propitiatione, et beatæ Mariæ semper Virginis intercessione hæc nostra obtineat oblatio: ut Ecclesia tua fidelium numero crescat, et iugiter fulgeat varietate virtutum. Per Dominum nostrum Iesum Christum Filium tuum: Qui tecum vivit et regnat in unitate Spiritus Sancti Deus, per omnia sæcula sæculorum. Amen.


Questa nostra oblazione ottenga, o Signore, che, per la tua clemenza  e per l’intercessione della beata sempre Vergine Maria, la tua Chiesa cresca per il numero dei fedeli e rifulga sempre più per la varietà delle virtù. Per il  nostro Signore Gesù Cristo tuo Figliuolo, che è Dio e vive e regna con te nell’unità dello Spirito Santo per tutti i secoli dei secoli. Amen


Infra octavam Ascensionis

Súscipe, Dómine, múnera, quæ pro Fílii tui gloriósa censióne deférimus: et concéde propítius; ut a præséntibus perículis liberémur, et ad vitam per veniámus ætérnam. Per eundem Dominum nostrum Iesum Christum filium tuum, qui tecum vivit et regnat in unitate Spiritus Sancti, Deus, per omnia saecula saeculorum. Amen.


Accetta, o Signore, i doni che Ti offriamo in onore della gloriosa Ascensione del tuo Figlio: e concedi propizio che, liberi dai pericoli presenti, giungiamo alla vita eterna. Per il medesimo nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio, e vive e regna con te, in unità con lo Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli. Amen.


COMMUNIO

Beata Mater et intacta Virgo, gloriosa Regina mundi, intercede pro nobis ad Dominum: tu enim gloria Ierusalem, tu lætitia Israel, tu honorificentia populi nostri. Alleluia


O beata Madre ed intatta Vergine, o gloriosa Regina del mondo, intercedi per noi presso il Signore: tu infatti sei la gloria di Gerusalemme, la letizia di Israele e il vanto del nostro popolo. Alleluia


POSTCOMMUNIO

Oremus

Sumptis, Domine, salutis nostræ subsidiis: da nobis, quæsumus, beatæ Mariæ semper Virginis ac Reginæ Apostolorum patrocinio, perseverantem in tua voluntate famulatum; ut Ecclesia tua novis semper proficiat incrementis. Per Dominum nostrum Iesum Christum Filium tuum: Qui tecum vivit et regnat in unitate Spiritus Sancti Deus, per omnia sæcula sæculorum. Amen.


Preghiamo

Assunti, o Signore, i sostegni della nostra salvezza, concedici un perseverante servizio nella tua volontà, col patrocinio della beata sempre Vergine Maria Regina degli Apostoli, affinché la tua Chiesa si accresca sempre più. Per il  nostro Signore Gesù Cristo tuo Figliuolo, che è Dio e vive e regna con te nell’unità dello Spirito Santo per tutti i secoli dei secoli. Amen


Oremus

Infra octavam Ascensionis

Præsta nobis, quǽsumus, omnípotens et miséricors Deus: ut, quæ visibílibus mystériis suménda percépimus, invisíbili consequámur efféctu. Per Dominum nostrum Iesum Christum, Filium tuum: qui tecum vivit et regnat in unitate Spiritus Sancti Deus, per omnia saecula saeculorum. Amen.


Preghiamo.

Concedici, Te ne preghiamo, o Dio onnipotente e misericordioso, che di quanto abbiamo ricevuto mediante i visibili misteri, ne conseguiamo l’invisibile effetto. Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio, e vive e regna con te, in unità con lo Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli. Amen.






Nessun commento:

Posta un commento

Supplica a Nostra Signora di Loreto

"È provato da testimoni degni di fede che la Santa Vergine, dopo aver trasportato per l’onnipotenza divina, la sua immagine e la prop...